HOME

FOTOGALLERY

ALLOGGI

PREZZI E SERVIZI

PRENOTAZIONE

FAMIGLIE E BAMBINI

BENESSERE

COME TROVARCI

CONTATTI

GUESTBOOK

 
 
     
 

 

Attività

Toscana da scoprire

La Toscana si caratterizza per le sue splendide città d' arte e per i suoi leggendari borghi medievali ricchi di storia, cultura e tradizioni.

Roccia di Cerbaia Country Resort è situata in una posizione ideale per gite giornaliere nelle più affascinanti località toscane.

Offriamo inoltre tour organizzati in mini-van per 8 persone (aria condizionata) e guida multilingue.

Vi consigliamo di visitare:

SIENA - a soli 13 km da Roccia di Cerbaia Country Resort
Siena è una delle città più famose al mondo, meta di turisti da ogni continente, e amata anche dagli italiani: secondo i sondaggi della stampa nazionale ed internazionale è stata confermata nei primi 7 posti per la qualità della vita nel mondo. Ha il suo cuore nel centro storico che ha mantenuto il fascino e l' architettura medievale con palazzi storici, torri, mura, e vecchie fonti.
Di dimensioni ridotte permette di essere visitata tranquillamente in una giornata. Se avete in programma una visita a Siena, assicuratevi di vedere alcuni dei suoi monumenti più belli:
Piazza del Campo. La sua forma e posizione la rendono unica al mondo, si trasforma completamente quando è invasa da persone e cavalli durante il Palio di Siena. Degna di nota la Fonte Gaia.
La Torre del Mangia. Dominante la piazza del Campo, è la seconda torre medioevale più alta in Italia, con ben 102 gradini. Ha persino le campane.
Il Museo dell' Opera del Duomo, conserva le opere dei maggiori artisti senesi, come Duccio di Buoninsegna, oltre a importanti mostre ed eventi periodici.
Il Duomo di Siena caratterizzato dal marmo bianco e nero è un edificio dallo stile gotico che domina Siena dalla sua altura, al suo interno ha opere di Michelangelo e Donatello.
Palazzo Piccolomini e delle Papesse, splendido esempio di palazzo rinascimentale, abitato anticamente da una famiglia nobiliare senese, banchieri della corte papale, è oggi la sede del Centro per l' Arte Contemporanea.
Palazzo Chigi-Saracini, è un esempio di architettura medievale: voluto da una famiglia ghibellina a metà del Trecento oggi ospita una prestigiosa accademia musicale che organizza anche concerti aperti al pubblico.
Loggia della Mercanzia. Alle spalle di Piazza del Campo, si trova all' incrocio delle 3 principali strade del centro di Siena: Banchi di sotto, Banchi di Sopra e via di Città. E' una bella loggia a 3 arcate, che mostra uno stile a metà fra il medievale e il rinascimentale.
Palazzo Salimbeni. Domina la piazzetta omonima, dove al centro si trova una statua di Sallustio Bandini, e ai lati altri due palazzi storici (Palazzo Spannocchi e palazzo Cantucci). E' famoso per essere la sede principale del Monte dei Paschi di Siena, banca che risale al 1400. Il palazzo è visitabile in alcune occasioni, quali ad esempio "invito a palazzo" ovvero le aperture straordinarie degli istituti bancari che fa l' ABI i primi di ottobre.
Basilica di San Domenico. Costruita dalla metà del 1200 è stata sviluppata nel Trecento, secondo lo stile Gotico, si fa notare da lontano per la sua altezza. E' legata alla storia di Santa Caterina da Siena, patrona d' Europa, della quale espone la sacra testa perfettamente conservata.
La Fortezza medicea. Ci si gira intorno quando ci si avvicina con la macchina verso il centro. Voluta da Cosimo de Medici nel 1500, al posto della vecchia fortezza di Carlo V, oggi è uno spazio verde che in estate o in certi periodi dell' anno ospita concerti ed eventi live e ha al suo interno la celebre Enoteca Italiana.


SAN GIMIGNANO - a 35 km
San Gimignano si erge con il profilo delle sue torri, su di un colle (m.334) a dominio della Val d' Elsa. Sede di un piccolo villaggio etrusco del periodo ellenistico (III-II sec. a.C.) iniziò la sua storia intorno al X secolo prendendo il nome del Santo Vescovo di Modena: San Gimignano, che avrebbe salvato il borgo dalle orde barbariche. Ebbe grande sviluppo durante il Medioevo grazie alla via Francigena che lo attraversava. Tant' è che San Gimignano ebbe una straordinaria fioritura di opere d' arte che adornarono chiese e conventi. Vi consigliamo di visitare i monumenti più significativi:
La Piazza del Duomo, dove potrete trovare importanti gioielli architettonici del' 300 come il Duomo, le torri gemelle, il vecchio Palazzo del Podestà con la torre detta Rognosa che, fino a tutto il 1300, fu usata come prigione ed all'interno del quale oggi trova spazio il suggestivo Teatro dei Leggieri.
Il Palazzo Comunale, situato anch'esso in Piazza del Duomo, è stato edificato sui resti di un edificio preesistente fra il 1289 e il 1298 per accogliere la dimora del Podestà. Interessante la pinacoteca dove si trovano opere dalla seconda metà del' 200 fino a quelle del 1500, di cui la più importante è una grande pala del Pinturicchio dipinta nel 1511. Si può visitare anche la Torre Grossa, la più alta torre della città, da cui è possibile vedere un panorama che spazia dalla Val d' Elsa fino alle Alpi Apuane e alla montagna pistoiese.
Il Palazzo vecchio del Podestà, di fronte al Duomo, che dopo la costruzione del Palazzo Comunale è stato adibito a scuola maschile e ad albergo per ospiti illustri.
Il Palazzo della Propositura, posto tra il Duomo e il Palazzo Comunale, conserva importanti opere come la loggia dell'Annunciazione, sul lato destro della piazza, con formelle e bassorilievi di cui la più importante quella che ritrae il battesimo di Gesù; e il bellissimo affresco dell'Annunciazione del Ghirlandaio nella parete di fondo del loggiato.
La Piazza della Cisterna, costruita nel 1276 ed ampliata nel 1346, era l'antica sede di botteghe e taverne, e deve il suo attuale nome al pozzo ottagonale in travertino, che ne occupa la parte centrale. Sulla piazza si affacciano torri e palazzi importanti in rara armonia.
La Casa di Santa Fina, la giovanissima beata, che passò molto tempo della sua breve vita immobilizzata su una tavola di legno nella cantina delle sua povera casa per amore di Cristo. La casa, ora trasformata in cappella, si può visitare ogni 12 marzo, festa della Santa.
La Rocca di Montestaffoli realizzata dai Fiorentini nel 1353, proprio quando San Gimignano si sottomise a Firenze, per respingere eventuali attacchi che potessero venire da Siena o ribellioni sorte all'interno della stessa città. È qui nell'ambito della festa medievale della fine di giugno che si svolge "La Giostra dei Bastoni".
Il Duomo, Basilica di Santa Maria Assunta, monumento dell'architettura romanica in Toscana, in origine nacque intorno all'anno 1000 come semplice pieve e poi venne ampliata nel corso dei secoli. L'interno della Basilica è interamente affrescato: troviamo Storie del Nuovo Testamento, affreschi attribuiti alla Scuola di Simone Martini, e Storie del Vecchio Testamento ad opera di Bartolo di Fredi.
La Chiesa di San Lorenzo in Ponte, costruita nel 1240, il suo nome deriva dal fatto che in origine si trovava vicino al ponte levatoio del Castello del Vescovo.
La Chiesa di San Bartolo e i resti della chiesa di San Francesco, apparteneva all'ordine francescano ed era stata precedentemente una Magione del ricco ordine di quei monaci-soldati che avevano il compito di difendere il Santo Sepolcro, servendo anche per il ricovero dei pellegrini e dei viandanti della Via Francigena.
La Chiesa di Sant'Agostino, è un immenso patrimonio di opere d'arte di magnifica bellezza. Tra queste si ricordano: l'Altare di San Vincenzo, tavola del 1494, realizzata da Francesco Fiorentino, l'affresco della Pietà, opera di Vincenzo Tamagni; un ciclo di affreschi e il San Sebastiano di Benozzo Gozzoli, l'Altare della Madonna delle Grazie che incornicia un affresco di Lippo Memmi.
La Chiesa di San Jacopo, che la tradizione vuole sia stata edificata dai Cavalieri al ritorno dalla prima crociata.
La Chiesa di San Pietro in Forliano, che è una delle più antiche di San Gimignano (XII sec.), con pareti ricche di affreschi originali come quello della Madonna che porta per mano il bambino Gesù, tra San Pietro e San Giovanni Battista, attribuito a Lippo Memmi.
La Chiesa di San Girolamo con l'altare decorato da una bella tavola di Vincenzo Tamagni che rappresenta la Madonna in trono col Bambino e i santi Giovanni Gualberto, Benedetto, Giovanni Battista e Girolamo presso il Monastero delle Suore di clausura delle monache Benedettine.

VOLTERRA - a 35 km
Volterra è un gioiello d'arte etrusca, romana, medievale e rinascimentale, che domina da un colle di 550 metri tutta la valle del Cecina, fino al mare. A Volterra la storia ha lasciato il suo segno con continuità dal periodo etrusco fino all'ottocento, con testimonianze artistiche e monumentali di grandissimo rilievo, che possono essere ammirate semplicemente passeggiando per le vie del centro storico, ma anche visitando i tre musei cittadini: il Museo Etrusco, la Pinacoteca Civica ed il Museo d'Arte Sacra. Accanto a queste un paesaggio incontaminato, una qualità della vita ancora a dimensione umana e un artigianato artistico unico al mondo: l'alabastro.
Una città da vivere intensamente, da scoprire a poco a poco, con le sue atmosfere, i suoi contrasti, il pulsare di una civiltà e di una cultura che la rendono "unica" e irripetibile. La meta ideale per un soggiorno in Toscana, alla scoperta di una delle zone più incontaminate della regione che è nello stesso tempo a un passo dal mare e dalle più importanti città d'arte.

COLLE VAL D' ELSA - a 22 km
Colle di Val d'Elsa è situata nel cuore della Toscana, in una posizione strategicamente favorevole, vicino alle città di Siena, Firenze e Volterra, sul percorso della Via Francigena l'autostrada medioevale dei grandi pellegrinaggi dal nord Europa verso Roma. Pur presentando il territorio di Colle grandi ritrovamenti archeologici, risalenti addirittura al IV millennio avanti Cristo, i primi documenti, dove si nomina Colle di Val d'Elsa, risalgono al X secolo, ma è dalla fine del XII secolo che la cittadina acquistò progressivamente autonomia e identità politica: i primi statuti comunali documentati risalgono al 1307.
Nella sua storia Colle di Val d'Elsa fu teatro di frequenti episodi bellici.
Nel corso del Cinquecento, Colle di Val d'Elsa gravita ancora nell'orbita fiorentina, acquistando potere progressivo, soprattutto grazie alla famiglia dei Medici ed agli illustri colligiani che curarono l'amministrazione del Principe. Dopo la guerra di Siena e la costituzione del Granducato di Toscana, nel 1592 con la Bolla di Clemente VIII, Colle divenne la sede di una nuova diocesi.
Nel XVI secolo con la famiglia Usimbardi si apre il nuovo capitolo della storia moderna di Colle di Val d'Elsa. Alle porte dell'era contemporanea la produzione cartaria fu soppiantata dalle nuove industrie del ferro e del vetro. Sarà soprattutto la produzione del vetro prima e del cristallo poi, a caratterizzare l'attività industriale di Colle di Val d'Elsa che già dall'Ottocento fu definita "la Boemia d'Italia", mentre oggi è diventata vera "Città del Cristallo" con il 15% di tutta la produzione mondiale ed oltre il 95% di quella italiana.

MONTERIGGIONI - 25 km
Il Castello di Monteriggioni a vederlo da lontano, con i suoi emozionanti resti testimoni di un' epoca lontana, dà l' impressione che il tempo sia rimasto immobile fuori e dentro la cerchia delle sue mura.
Per la sua bellezza e per la sua posizione ha una naturale vocazione turistica; ogni anno viene visitato da 70.000 turisti. Possiamo affermare che il primo turista illustre è stato lo stesso Dante Alighieri , tra quelli passati di recente possiamo ricordare Tony Blair e Ted Kennedy. Molte volte è stato scelto come cornice per spot pubblicitari e film.

FIRENZE - a 70 km
Culla del Rinascimento e dell' arte italiana, è una delle città più visitate al mondo per la bellezza dei suoi scorci e per le tante meraviglie che offre ai suoi visitatori. Tra le innumerevoli attrattive da visitare ne citiamo solo alcune, come:
La centralissima Piazza della Signoria, cuore della città antica, su cui si affacciano i più importanti palazzi della città, come Palazzo Vecchio, oggi sede degli uffici del comune ed un tempo residenza dei Medici.
La Galleria degli Uffizi, uno dei più celebri musei al mondo per importanza e consistenza delle collezioni (Michelangelo, Botticelli, Leonardo, Raffaello, Caravaggio), che è ospitata in un palazzo cinquecentesco eretto per volere di Cosimo I De Medici da Giorgio Vasari, pittore ed architetto di Corte;
La Galleria dell'Accademia sorge nel luogo dove un tempo erano ubicati due antichi conventi - quello maschile di San Matteo e quello femminile di San Niccolò di Cafaggio - che occupavano tutto l'isolato fra piazza Santissima Annunziata e via Ricasoli. Il grande ambiente ha l'aspetto di una chiesa a croce latina.
I bracci laterali e la Galleria dei Prigioni occupano spazi del medievale Ospedale di San Matteo, mentre la Tribuna che ospita la statua del David di Michelangelo fu appositamente costruita su progetto dell'architetto Emilio De Fabris tra il 1873 e il 1882.
Il Duomo di Santa Maria del Fiore, eretto a partire dal 1296 e concluso nel XV secolo con la realizzazione dell' ardita cupola ad opera di Filippo Brunelleschi, che conserva al suo interno preziose opere d' arte di artisti quali Andrea del Castagno, Luca della Robbia, Donatello, Paolo Uccello e dei fratelli Zuccari (decorarono l' interno della cupola nel XVI secolo);
Il Battistero di San Giovanni che riprende nelle forme la vicina Basilica di santa Maria del Fiore, che conserva al suo interno il celebre affresco con il Giudizio Universale di Buffalmacco, da cui Michelangelo prese spunto per eseguire la decorazione della Cappella Sistina in Vaticano, ed è famoso per la cosiddetta Porta del Paradiso, eseguita da Lorenzo Ghilberti nel XV secolo con storie del Vecchio e Nuovo Testamento;
La Chiesa di Santa Maria Novella, edificata a partire dal XIII secolo, è oggi considerata un vero e proprio museo per la mole di opere d' arte di primaria importanza che sono conservate al suo interno, come il crocifisso di Giotto, l' affresco di Masaccio e quelli di Paolo Uccello;
La Chiesa di Santa Maria del Carmine, un grazioso luogo di culto famoso in tutto il mondo perché ospita la Cappella Brancacci, interamente decorata da Masolino da Panicale e da Masaccio e che rappresenta uno dei capisaldi dell' arte rinascimentale;
Palazzo Pitti, un monumentale palazzo voluto dalla famiglia Pitti nel 1457 che presto divenne la residenza ufficiale della famiglia dei Medici, Granduchi di Firenze, e che oggi ospita una serie di importanti istituzioni museali, come la Galleria Palatina (con opere di Rubens, Caravaggio, Tiziano) e la Galleria del Costume;
Il Ponte Vecchio, il più antico ponte di Firenze e l' unico risparmiato dai tedeschi durante la II Guerra Mondiale, che oggi ospita numerosi negozi di oreficeria e da dove è possibile ammirare uno dei paesaggi più belli e romantici di tutta la città.
Il Parco delle Cascine, detto anche più comunemente Le Cascine, è il più grande parco pubblico di Firenze 160 ettari); ha la forma di una striscia pianeggiante di terreno lunga circa 3,5 chilometri e larga non più di 640 metri, che costeggia la riva destra dell' Arno, dal centro storico fino alla confluenza del fiume con il torrente Mugnone.
Il Giardino di Boboli è un parco storico della città di Firenze. Nato come giardino granducale di Palazzo Pitti, è connesso anche al Forte Belvedere, avamposto militare per la sicurezza del sovrano e la sua famiglia. Il giardino, che accoglie ogni anno oltre 800.000 visitatori, è uno dei più importanti esempi di giardino all' italiana al mondo ed è un vero e proprio museo all'aperto, per l'impostazione architettonico-paesaggistica e per la collezione di sculture, che vanno dalle antichità romane al XIX secolo.

MONTALCINO - a 50 km
Montalcino è ubicato nel centro della Toscana in provincia di Siena domina le Valli dell' Ombrone, dell' Asso e dell' Arabia. Importante centro in età etrusca e romana, nel Medio Evo, fu conteso tra Firenze e Siena, appartenendo poi alla famiglia Strozzi (1555) ed ai Medici (1559). Tra i prodotti agricoli, si annovera la coltivazione dell' uva e la produzione di vini pregiati come il Brunello che rende il paese famoso in tutto il mondo. Numerose sono le industrie dell' abbigliamento distribuite sul territorio.
Tra i monumenti sono notevoli il Palazzo Comunale con loggia del secolo XIII - XV, la Chiesa di S. Egidio e la Chiesa di S. Agostino del XIV secolo. Suggestiva è la Rocca, progettata da Minio Faresi e Domenico di Feo nel 1361, ospita oggi numerose manifestazioni eno-gastronomiche. Degno di nota è il Duomo, costruito tra il 1818 e il 1832 su progetto di Agostino Fantastici sul luogo dell' antica Pieve di S. Salvatore, rappresenta un grandioso esempio di architettura neoclassica. Interessante da visitare, è anche il Palazzo dei Priori del XIII-XIV secolo, di scuola senese con stemmi marmorei dei podestà.

MONTEPULCIANO - a 60 km
Montepulciano si trova in un incantevole zona naturalistica in cima ad un' altura situata tra Val d' Orca e la Val di Chiana.
Ottima meta turistica, offre un ricco patrimonio artistico, ove spiccano le imponenti architetture rinascimentali.
Degna di nota, Piazza Grande, considerata il centro monumentale della città; lo spazio si articola in diversi edifici notevoli, ricordiamo il trecentesco Palazzo Comunale, il Palazzo Cantucci datato 1519, il Palazzo Nobili Targhi, interamente in travertino ed infine il trecentesco Palazzo del Capitano del Popolo, in laterizio.
Sempre nella Piazza, si trova il Pozzo de' Grifi e dei Leoni, datato 1520, in raffinate forme rinascimentali.
La caratteristica chiesa di San Biagio, situata alle pendici del colle di Montepulciano, su di un ampio prato; la pianta, a croce greca, è sormontata da una cupola.
Interessanti da visitare sono anche il Museo civico e la Pinacoteca Crociati che comprende la collezione Cruciali e numerose opere artistiche provenienti da altre chiese; inoltre nel museo sono esposti, dipinti di scuola senese, reperti etruschi e terrecotte smaltate.
Notevole è anche la Cantina Redi, considerata antico santuario del Vin Nobile di Montepulciano.
Lungo il Corso si alternano numerosi edifici di pregevole interesse artistico, quali la Chiesa di Sant' Agostino, il Palazzo Tarugi del Vignola, la copia dell' ottocentesca colonna del Marzocco , il Palazzo Avignonesi , il Palazzo Gagnoni- Giugni del Vignola, la Settecentesca Chiesa del Gesù, la Torre di Pulcinella del 1524 ed infine Palazzo Cervini attribuito ad Antonio da San Gallo.

LE CRETE SENESI a 50 km
Le Crete Senesi occupano una vasta area a sud-est della città di Siena, interessando i territori comunali di Asciano, Buonconvento, Monteroni d' Arbia, Rapolano Terme, San Giovanni d' Asso e Trequanda.
La zona presenta un caratteristico paesaggio collinare, pressoché spoglio di vegetazione, dove si alternano in modo molto suggestivo calanchi e biancane che, a tratti, sembrano costituire un paesaggio lunare. Fin dal Medioevo, questa area era conosciuta nell'insieme con il nome di Deserto di Accona.

Toscana da scoprire

Roccia di Cerbaia Country Resort è circondato da 44 ettari di bosco nelle colline senesi della Montagnola, le cui alture dolcemente ondulate, i campi aperti ed il labirinto dei sentieri richiamano un' era ormai lontana di mercanti che per gli scambi commerciali attraversavano la famosa Via Francigena, strada di notevole importanza per i collegamenti tra Roma ed il resto dell' Europa.

La campagna incontaminata circostante offre bellissimi percorsi a piedi, in mountain-bike o a cavallo che ridonano energia fisica e mentale.

Roccia di Cerbaia è convenzionata con un maneggio della Montagnola.

Due mountain-bike sono a disposizione degli ospiti ed altri possono essere noleggiati nel vicino Bike-Shop. Su richiesta guida multilingue per escursioni a tutti i livelli di esperienza.

Se volete praticare dello sport troverete sul posto la rete per la palla a volo, il volano (badminton) ed il tavolo da ping-pong.

Golf
La Bagnaia Golf Club si trova a soli 15 km.
Altre mete golfistiche ambite sono il Golf Club Ugolino a Firenze ed il Golf Club Punta Ala.

Nelle varie stagioni:
A fine estate: raccolta di more, mirtilli e funghi
In autunno: raccolta di castagne
In autunno e inverno: partecipazione alla caccia del cinghiale

Pesca nel vicino fiume Brenna.

Lezioni di lingue e di artigianato.

Toscana da gustare

Siamo lieti di consigliare le più rinomate enoteche ed i ristoranti tipici. Gli amanti della buona cucina e del Buon bere non mancheranno le occasioni per assaporare le specialità tipiche toscane e degustare vini rinomati in tutto il mondo.

Corsi di cucina e degustazioni guidate di vino e olio d' oliva possono essere prenotati con gradito preavviso.

Il nostro servizio catering organizza delle simpatiche serate di pizza e delle deliziose cene a tema.

La nostra cantina vi mette a disposizione una varietà di vini toscani da comprare e gustare durante il vostro soggiorno.

Troverete nel nostro ampio giardino una varietà di erbe aromatiche; su richiesta e con gradito preavviso saremmo lieti di prepararvi una selezione.

Proposte di benessere

Su richiesta e con gradito preavviso vi proponiamo degli attraenti pacchetti di benessere, consultazioni personali e Life Coaching

Terme di Petriolo a soli 30 km di distanza:
(link a BENESSERE)

Shopping

L' Esperienza shopping al Designer Outlet vicino Firenze
Immerso nell' idilliaca campagna toscana, in uno spazio architettonico elegante e raffinato, The Mall ospita con uno stile unico una selezione dei marchi più esclusivi della moda internazionale.
Molti negozi dedicati all' abbigliamento e agli accessori donna, uomo e bambino, oltre che alle fragranze, alle calzature e agli articoli per la casa.
The Mall è un centro outlet di lusso ideato per offrire al visitatore prodotti di eccellenza a prezzi estremamente vantaggiosi.

 
     
 

Roccia di Cerbaia - Strada Di Cerbaia, 5 - Loc. Poggiarello di Tegoia, 53018 Sovicille - Siena
Tel. 0039 0577 314698
P.I. 01061950455 - E mail:  - www.rocciadicerbaia.it